Warning: Creating default object from empty value in /var/www/htdocs/www.musicaemusicoterapia.it/htdocs/musicoterapia/components/com_k2/models/item.php on line 503

Laboratorio 3

La musica è strettamente legata ai sentimenti e all'esperienza dell'uomo come essere sociale. Sensazioni, ricordi ed emozioni suscitati dalla musica sono molteplici e personali.  La musica stimola  le immagini che hanno un particolare background emotivo. Queste immagini ne richiamano altre estranee al discorso musicale e che appartengono al vissuto personale dell'uditore. Il suono contiene naturale artefatto e soggettivo, quindi è il mezzo più malleabile per rapportarsi con il contesto esterno o l'interiorità. La musica ha rilevanza terapeutica perchè investe il vissuto emozionale individuale e culturale. Durante la crescita viene insegnato all'individuo come controllare le emozioni e, nello stesso tempo, sottolineata l'importanza della spontaneità di queste. Inoltre l'uomo impara come e cosa può suscitargli emozione. Ciò che si tralascia è che le emozioni non hanno solo dimensione culturale e cognitiva ma che appartengono anche al dominio  biologico. L' emozione incarna il bisogno dell'uomo di mettere ordine e disordine, di armonizzare o contrastare la disarmonia, di sperimentare o controllare i turbamenti ch e affollano il suo mondo. 

La musicoterapia stimola la consapevolezza del soggetto che diventa in grado di esprimere e reintegrare i vari aspetti del sè. La consapevolezza consiste nel controllo cosciente delle esperienze interne ed esterne. L' approccio a questo atteggiamento si origina dalla scoperta e dalla curiosità prive di giudizi e di valutazioni. Quando il soggetto lavora e completa i cicli di consapevolezza, azione e contatto riesce a liberare la sua energia positiva che fluisce meglio. La musica è mezzo creativo ed espressivo per esprimere in modo eloquente le forze e gli aspetti creativi del sé che possono essere celati e non coscienti. Infatti in una seduta di musicoterapia la musica suscita ricordi e senzazioni sepolti.  Suono e musica costruiscono la psiche dell' individuo.  La costruzione del mondo psichico è affidata ai sensi e la musica svolge un ruolo fondamentale. In questo senso il linguaggio musicale è sistema regolatore centrale della comunicazione ed innato nella specie umana.  Mente e corpo sono legati e la musica rievoca questa profonda relazione: si pensi per esempio al ritmo che è proprio della musica ma anche del corpo biologico. La musicoterapia è un insieme di esperienze musicali che favorisce i contatti interpersonali, è un percorso esperienziale di conoscenza di sè e del proprio corpo. L'obiettivo della seduta musicoterapica è scoprire attraverso la musica un nuovo modo di dare forma alle proprie emozioni, di sentirsi e il piacere di esserci. Così procedendo, aumenta la fiducia in se stessi e si comunica in modo efficace. Vengono fuori modalità creative di gestione emozionale. Il lavoro musicoterapico sul corpo è anche un lavoro sulle emozioni, sul modo di essere al mondo. Esprimere le emozioni attraverso il mezzo musicale coinvolge l'immaginazione e favorisce l'espressione avulsa da regole precostituite, aiuta la persona a scoprire le proprie potenzialità procedendo con un guadagno in termini di autonomia e sicurezza. Infatti un'espressione inespressa comporta difficoltà psichica che  diventa inesprimibile con il codice verbale. L'espressione artistica porta in una dimensione pre-verbale e dà forma all'indicibile rendendo l'emozione qualcosa di osservabile a livello concreto e scientifico. La comunicazione non verbale si realizza con lo scambio affettivo e nel setting musicoterapico si scaricano e manifestano emozioni al fine di poterle elaborare. Nella relazione musicoterapica, è il dialogo sonoro a permettere alla persona di esprimersi. E' bene sottolineare che nell'arte terapia in genere , la persona non è sola; si genera un rapporto con il terapista, un'alleanza attraverso la quale la creazione viene accolta, osservata e discussa. Il terapista deve saper accogliere e amplificare i messaggi della persona senza estrapolare la coincidenza con i canoni estetici. Ciò che conta è la contemplazione e l'osservazione di ciò che il soggetto sta comunicando. La musicoterapia si svolge all'interno di un luogo protetto e delicato per  indurre il soggetto a comunicare stati che sarebbe impossibile esprimere verbalmente . E' bene sottolineare, che il percorso di musicoterapia va attuato nell'ottica dello scambio continuo di informazioni. L'essere umano è dotato di strumenti di espressione alternativi alla parola e condotti  in un percorso che conduce al ritrovamento della melodia di cui il soggetto è risonanza